La Cattedrale della Madonna di Kazan

Accanto al Palazzo di Stroganov si trova uno dei monumenti più belli di San Pietroburgo, la Cattedrale della Madonna di Kazan, costruita nel 1801-1811 su progetto dell’architetto Andrej Voronichin.

L’architetto fece erigere un magnifico monumento architettonico, alto 71,6 metri e lungo 72,5 m orientato verso il Corso Nevskij. L’edificio della cattedrale col suo colonnato corinzio (96 colonne di tredici metri) forma attorno a se una delle piazze più belle della città.

Ai due lati del colonnato (rivolti verso il corso) sono collocati due giganteschi bassorilievi su temi biblici (15 metri circa di lunghezza e quasi 2 metri di altezza). Il bassorilievo sul lato sinistro, opera del celebre scultore russo Ivan Martos, è ispirato al tema “Mosè cava acqua dal deserto” e quello del lato destro, dello scultore Ivan Prokof’ev, è dedicato al tema “Il serpente di bronzo”.

Nelle nicchie del porticato nord (rivolto al Corso Nevskij) sono collocate delle sculture bronzee: il principe Vladimir (durante il cui principato a Kiev, nel 988, il paese fu convertito al cristianesimo) dello scultore Stepan Pimenov; S. Giovanni Batista (scultore Ivan Martos); Aleksandr Nevskij (scultore Stepan Pimenov); Sant’Andrea Apostolo (scultore Vasilij Demut-Malinovskij). Sono particolarmente interessanti le porte dei porticato nord, formate di dieci composizioni a più figure su temi biblici.

   

Si tratta dell’esatta copia delle porte del Battistero di Firenze eseguite da Lorenzo Ghiberti a metà Quattrocento. Lo scultore Italiano consacrò 27 anni della sua vita a creare il suo capolavoro. Il grande Michelangelo, a quanto si racconta, esclamò ammirato, che quelle porte erano degne di esse messe all’ingresso del paradiso. In base alle copie in gesso conservate all’Academia di belle arti di Pietroburgo, il fonditore Vasilij Ekimov ricavò una esatta copia del capolavoro per la Cattedrale della Madonna di Kazan.

Dopo S. Isacco l’altra chiesa importante è la Madonna di Kazan sulla prospettiva NewsKì. Que sta è una riproduzione minuscola, ma esatta ed ele gantissima del nostro S. Pietro in Vaticano di Roma. Vi sono due bei portici a quattro colonne dai due lati, che formano un bel semicerchio regolare come a S. Pietro Vaticano. Quindi nel mezzo si erge la chiesa, colla sua cupola centrale di graziose e svelte proporzioni.

 Studio religioso sopra la Russia, Vincenzo Vannutelli (Cardinale), 1891

Pure l’interno della Cattedrale vanta un allestimento di grande valore artistico. Colpiscono in particolare le 56 colonne monolitiche di granito rosso, i pavimenti a mosaico eseguiti con tessere policrome di marmi di Carelia. Al disegno artistico dell’interno contribuirono Vladimir Borovikovskij, Orest Kirpenskij ed altri grandi artisti russi del primo Ottocento.

Di fronte all’ingresso principale (a ovest) si apre, progettato nel 1811-1812 da Voronichin, un piazzale semicircolare delimitato da una inferriata. Le delicate aste verticale nella parte centrale, sono abbellite da inserti romboidali che insiemi al fregio ornamentale formano due fasce arabescate scorrenti a semicerchio per 171 metri. E degna di nota la fontana antica di granito (architetto Thomas de Thomon). La fontana, costruita nel 1809, serviva da elemento decorativo lungo la strada che portava a Carskoe Selò (Puškin). Qui la fontana fu trasportata nel 1935.

Dopo la sconfitta di Napoleone da parte della Russia nella Guerra patriotica del 1812, la cattedrale divenne una specie di monumento, un tempio della gloria militare russa. Qu si conservavano le bandiere strappate al nemico, le chiavi delle fortezze conquistate. Sempre qui fu sepolto nel 1813 il maresciallo Kutuzov, comandante dell’esercito russo. E sepolto esattamente nel posto che aveva indicato prima di avviarsi a capeggiare l’esercito (nella parte nord della cattedrale, entrando a destra).

 

San Pietroburgo è la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, con circa 5 milioni di abitanti. Si può considerare la metropoli più a nord del mondo.

Abitanti: 5 197 114
Fondata : 1703
Fuso orario : UTC+4
Distretto federale : Nordoccidentale
Prefisso : (00 7) 812
Codice postale : 190000-199406
Nome antico : Petrogrado (1914-1924)
Nome antico : Leningrado (1924-1991)