Museo Pavlov

La casa posta all'angolo del lungofiume Tenente Smidt e della Settima linea è un antico edificio a tre piani con un portico in stile dorico ed eleganti cornici, molto originale.

Sulla sua facciata sono affisse 26 lapidi in bronzo. In poco più di due secoli questa casa chiamata casa degli accademici ospitò più di ottanta accademici, tra cui i corifei della scienza russa come i geologi Aleksandr Fersman e Aleksandr Karpinskij, il filologo Jakov Grot, il fisico Vasilij Petrov, l'islamista Ignatij Kraòkovskij ed altri. L'appartamento dell'interno 11, ove per 18 anni visse sino alla morte (1849-1936) il grande fisiologo Ivan Pavlov, è stato trasformato in museo. L'arredo dell'appartamento è tenuto nel suo aspetto originale.Importantissimo è il retaggio scientifico di Pavlov. Le sue ricerche nel campo della fisiologia della digestione gli fruttarono nel 1904 il premio Nobel. Egli si dedicò in particolare allo studio dei riflessi condizionati, della tipologia del sistema nervoso. Egli apri la strada allo studio dei processi psichici, dei fenomeni del sonno e quelli dell'ipnosi. Spiegata l'essenza dell'attività nervosa, egli giunse a formulare il concetto dell'organismo come un insieme unico. Nel 1935, al XV Congresso internazionale dei fisiologi l'accademico russo è stato proclamato demiurgo dei fisiologi di tutto il mondo. Egli è stato pure eletto membro onorario dì molte accademie, Università e associazioni scientifiche internazionali. L'esposizione del museo illustra la vita e l'opera di Pavlov, i suoi rapporti con studiosi di tutto il mondo, il riconoscimento dei suoi meriti nei più diversi paesi.

San Pietroburgo è la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, con circa 5 milioni di abitanti. Si può considerare la metropoli più a nord del mondo.

Abitanti: 5 197 114
Fondata : 1703
Fuso orario : UTC+4
Distretto federale : Nordoccidentale
Prefisso : (00 7) 812
Codice postale : 190000-199406
Nome antico : Petrogrado (1914-1924)
Nome antico : Leningrado (1924-1991)