Colonne rostrate

In piazza Puškin, accanto alla Borsa si innalzano due monumentali Colonne rostrate (32 metri d'altezza) ornate di rostri, sporgenze metalliche sulla prua delle navi destinate a sfondare le navi nemiche.

Già nei lll-ll secoli a.C. venivano innalzate sulle piazze di Roma delle colonne rostrate ornate con trofei, rostri delle navi cartaginesi, che simboleggiavano la supremazia marittima di Roma su Cartagine. Anche qui, sul Promontorio, vediamo dei rostri che pur essendo decorativi, ci ricordano le vittorie della flotta russa. Ai piedi delle colonne si stagliano possenti figure che impersonano i maggiori fiumi russi: il Dnepr e il Volga, il Vochov e la Neva (nell'ordine, guardando dalla posizione della Borsa).

L'ubicazione della Borsa e delle Colonne rostrate sul Promontorio si spiega con il fatto che in questo luogo negli anni 1733-1885 si trovava il porto mercantile di Pietroburgo. Le coppe bronzee delle colonne rostrate venivano riempite di olio di canapa; all'imbrunire l'olio veniva acceso trasformando le colonne in giganteschi fari che illuminavano alle navi la via del porto (oggi, durante le maggiori solennità cittadine e nazionali vengono ancora accesi i fuochi sulle colonne rostrate, ma ormai alimentati a gas ed alti sette metri).

San Pietroburgo è la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, con circa 5 milioni di abitanti. Si può considerare la metropoli più a nord del mondo.

Abitanti: 5 197 114
Fondata : 1703
Fuso orario : UTC+4
Distretto federale : Nordoccidentale
Prefisso : (00 7) 812
Codice postale : 190000-199406
Nome antico : Petrogrado (1914-1924)
Nome antico : Leningrado (1924-1991)