Montagna Dorata

La Montagna Dorata cascata è l’elemento architettonico principale del settore ovest del Parco Inferiore di Peterhof, San Pietroburgo. I gradini di marmo bianco, le piastre d’oro dei sottogradini, la bellissima collezione di scultura, le scale di pietra con balaustrate — tutto ciò la rende di inusuale effetto. Dal basamento s’innalzano gigantesche colonne d’acqua e lungo il bordo del parterre attraverso una cortina d’acqua brillano quattro tritoni dorati.

Nell’anno in cui venivano innalzate le mura del Marly, Pietro il Grande incaricò Niccolò Michetti di elaborare un progetto di cascata. La costruzione fu pronta contemporaneamente al palazzo, nel 1723. Nel 1731-1732 l’architetto Michail Zemcov ricostruì la cascata. Sulle pareti laterali di sotto e sul muretto di sopra egli installò, oltre ai mascheroni della Medusa, cinque figure di marmo e due di piombo dorato. L’architetto ricopri i gradini di foglie di rame dorato che creavano un interessante gioco di luce attraverso lo specchio dell’acqua che cadeva. Da allora la fontana fu chiamata Montagna dorata.

La conclusione dell’ allestimento scultoreo della cascata (1869-1870) è legata al nome dell’architetto Nikolaj Beriua. Proprio per sua iniziativa furono acquistate in Italia 10 figure marmoree di antichi dei, che sostituirono le sculture in piombo. Allora i gradini furono ricoperti di marmo bianco.

San Pietroburgo è la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, con circa 5 milioni di abitanti. Si può considerare la metropoli più a nord del mondo.

Abitanti: 5 197 114
Fondata : 1703
Fuso orario : UTC+4
Distretto federale : Nordoccidentale
Prefisso : (00 7) 812
Codice postale : 190000-199406
Nome antico : Petrogrado (1914-1924)
Nome antico : Leningrado (1924-1991)