Il parco Aleksandrija (parco Alessandria)

Il parco Aleksandrija (Parco di Aleksandra, parco Alessandria), 115 ha d’estensione, è situato sulla riva del golfo di Finlandia, a est del Parco Inferiore di Peterhof, San Pietroburgo.

Qui si conserva anche la struttura a terrazza del paesaggio. Ma il carattere di questo parco è oggi completamente diverso. Nei grandi prati aperti ci sono gruppi separati di querce, aceri, tigli e altri alberi. Per le terrazze e l’erba di smeraldo serpeggiano viottoli, nel dirupo, attraverso cui è buttato il ponte-rovina, gorgoglia un ruscello. Il colorito romantico del parco è arricchito da piccole costruzioni in stile gotico.

Il parco Aleksandrija fu ideato e realizzato nel secondo quarto del sec. XIX, come tenuta imperiale di campagna, possedimento privato della famiglia Romanov. Nell’agosto 1825 l’imperatore Alessandro I regalò queste terre al fratello Nicola e questi, divenuto quattro mesi dopo l’imperatore Nicola I, lo donò alla propria moglie Aleksandra Fédorovna, dal cui nome la tenuta prese la denominazione.

L’edificazione iniziò qui nel 1826 con la posa della prima pietra del Cottage, un palazzo in stile “falso gotico”. Nel 1829 l’architetto Adam Menelaws fini la sua decorazione. L’edificio a tre piani, compatto e quasi quadrato, finisce con alti tetti a capanna, dipinti in colore paglia, ulteriore conferma della destinazione della costui zione— residenza di campagna. La merlettatura di ghisa dei balconi, degli avancorpi invetriati (erker) e delle terrazze, i telai delle finestre, gli stucchi dei cornicioni erano fatti nelle forme del gotico inglese, il cosiddetto Tudor. Nello stesso stile furono fatte le profonde logge delle facciate est e ovest. I dettagli delle decorazioni, colorati in bianco, si sfumavano per il colore ocra delle mura. Il gotico ricorreva anche nelle invetriate degli avancorpi del pianterreno. Intorno al Cottage, come per le altre costruzioni di Aleksandrija, furono piantate bellissime aiuole.              Nel 1842 al Cottage, che risultava piccolo per la famiglia imperiale, l’architetto Andrej Stakensnejder aggiunse una sala da pranzo con dispensa e una terrazza di marmo con fontana. Questo da un lato infranse la severa simmetria della costruzione di Menelaws, ma dall’altro la rese più comoda e pittoresca.

Nel 1829-1831 Melelaws eresse a ovest del Cottage una Fattoria. Questo padiglione doveva creare nel parco un’atmosfera di idillio campestre. In seguito la Fattoria fu ricostruita come palazzo per l’erede al trono Aleksandr Nikolaevic (1838), e nel 1858, quando egli era già da tre anni imperatore di Russia, l’architetto Stakensnejder portò la Fattoria alle dimensioni attuali.

Su richiesta di Nicola I l’architetto tedesco Karl Friedrich Schinkel nel 1829 elaborò un progetto di chiesa gotica (Cappella) per Aleksandrija. Nel 1831-1833 essa venne costruita nel settore ovest del parco sul ripiano della terrazza superiore (architetti Adam Menelaws e Ludwig Charlemagne). In tempi diversi in Aleksandrija furono costruiti edifici di servizio, padiglioni, torri, un pozzo e un chiosco in ghisa traforata, garitte e così via.

Dopo la vittoria della Rivoluzione d’Ottobre secondo il decreto firmato da V. Lenin, il Parco Aleksandrija con tutti i suoi palazzi, proprietà privata dei Romanov, fu proclamato il patrimonio del popolo. Il Cottage e altri fabbricati del parco ospitarono le esposizioni dei musei le quali creavano un quadro intero dell’arte russa dagli anni ’20 del XIX sec. fino all’inizio del XX sec.

 

Gli occupanti nazifascisti demolirono, distrussero e saccheggiarono le costruzioni splendide del parco. La loro ricostruzione cominciò dopo la fine della guerra ed il Cottage fu il primo ad essere risorto. Adesso sono in corso i lavori di restauro della Fattoria e degli edifici di servizio.

San Pietroburgo è la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, con circa 5 milioni di abitanti. Si può considerare la metropoli più a nord del mondo.

Abitanti: 5 197 114
Fondata : 1703
Fuso orario : UTC+4
Distretto federale : Nordoccidentale
Prefisso : (00 7) 812
Codice postale : 190000-199406
Nome antico : Petrogrado (1914-1924)
Nome antico : Leningrado (1924-1991)